Immagine non trovata
Esiste un reato che può essere commesso da chiunque: è una sottrazione, un inganno o peggio ancora la distruzione di qualcosa che amiamo. Si chiama semplicemente furto e non sempre riguarda qualcosa che può essere restituito o aggiustato.

Sarà però una serata davvero curiosa e piacevole quella in programma venerdì 24 gennaio alle 21 nel palazzo comunale. In programma la presentazione del libro “Settimo: non rubare” (Morellini editore) nell’ambito del ciclo “Serate a palazzo”.

In quest’antologia, grazie a tredici storie scritte da autori diversi, il più comune tra i reati si rivelerà come qualcosa che appartiene a chiunque, attraverso le sue infinite declinazioni. Che sia un quadro famoso, un’occasione importante, le lancette di un orologio o la nostra dignità poco importa, perché se qualcosa ci viene sottratto, dimenticare sarà più difficile di perdonare.

Alla serata parteciperanno alcuni degli autori. Sarà presente anche Sara Rattaro, curatrice del libro.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 17 Luglio 2020