Immagine non trovata
Terzo appuntamento per la stagione di prosa organizzata dall'amministrazione comunale al teatro La Campanella: venerdì 13 dicembre alle 21 la Nuova Compagnia Teatrale porterà in scena "Miseria e nobiltà". Una commedia in due atti scritta da Eduardo Scarpetta.

Opera nata nel 1888, ha raggiunto il grande successo nel 1954 quando nel film di Mario Mattioli la parte del protagonista fu interpretata da Totò. Il film vide la partecipazione di attori d'eccezione quali Sofia Loren, Valeria Moriconi, Carlo Croccolo.

L'allestimento della Nuova Compagnia Teatrale, con la regia di Enzo Rapisarda (13 attori sul palco) è stato portato in scena con strepitoso successo nei maggiori teatri italiani. In tournée dal 2006, continua a essere una delle opere più richieste e apprezzate di Scarpetta. Il segreto di un successo così duraturo, che può stupire considerando la semplicità della trama, è da ricercarsi nella freschezza e nella genuinità di battute dall'effetto esilarante.

Un copione di straordinaria comicità, supportato da un cast di attori superlativi, che con il loro brio e una bella verve comica, riescono a costruire una perfetta e oliata macchina di umorismo. Come nella tradizione della commedia napoletana, tra equivoci, litigi, gag e colpi di scena a ripetizione, il tema principale e grande protagonista dell'opera è la fame. Quella vera, che il grande Scarpetta vedeva ogni giorno nella sua Napoli, che scatenava accese contrapposizioni fra i due ceti sociali: l'amara miseria e la grottesca nobiltà.

Biglietti di ingresso a partire da 14 euro.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 17 Luglio 2020