Immagine non trovata
"....nel novembre 1944, in seguito a un’esplosione causata da un fascista infiltrato tra i partigiani, le brigate nere riuscirono ad individuare il cascinale dove i partigiani nascondevano le armi, e risalendo al proprietario, diedero il via alle retate che consegnarono ai tedeschi i nostri concittadini poi deportati nei lager nazisti".

Così racconta l’Anpi (Associazione nazionale partigiani d’Italia) riguardo ai fatti accaduti a Bovisio Masciago. Sono trascorsi 75 anni da allora, ma quanto è accaduto non è stato affatto dimenticato: questo venerdì, 1 novembre, su iniziativa della sezione cittadina della stessa Anpi e con il patrocinio dell’amministrazione comunale, al cimitero si tiene la commemorazione della retata avvenuta l’1 novembre 1944.

L’appuntamento per tutti è fissato per le 10. Alla manifestazione parteciperà anche il sindaco Giovanni Sartori.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 17 Luglio 2020