Elezioni Regione Lombardia 2023

Data di pubblicazione:
20 Dicembre 2022
Elezioni  Regione Lombardia 2023

Il Presidente della Regione Lombardia con propri Decreti  n. 982 e n. 983, pubblicati sul B.U.R.L. del 16.12.2022, ha  convocato, per le giornate  di Domenica 12 e Lunedì 13 febbraio 2023, i comizi elettorali per l’elezione diretta del Consiglio Regionale e del Presidente della Regione Lombardia,  provvedendo inoltre, ad assegnare  i seggi di consigliere regionale alle circoscrizioni.  

Nella giornata di  Domenica 12 febbraio 2023 dalle ore 07.00 alle ore 23.00 e in quella successiva di Lunedì 13 febbraio 2023 dalle ore 07.00 alle ore 15.00 si voterà ed a seguire, dopo la chiusura dei seggi si terrà lo scrutinio delle schede.

IN ALLEGATO I MANIFESTI E LE DELIBERE DI :

CONVOCAZIONE DEI COMIZI ELETTORALI

ASSEGNAZIONE ALLE CIRCOSCRIZIONI ELETTORALI

INDIVIDUZIONE SPAZI

ASSEGNAZIONE SPAZI

SALE E SUOLO PUBBLICO

RISULTATI ELEZIONI POLITICHE 2022

RISULTATI ELEZIONI REGIONALI 2018

Per esercitare il diritto di voto, l'elettore dovrà presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale. 

Chi non ha la tessera, l'ha smarrita o ha esaurito gli spazi disponibili può richiedere il duplicato direttamente presso l’Ufficio elettorale.  

L’elettore potrà esercitare il proprio diritto di voto, presso i seggi elettorali situati in Via Cesare Cantù nr. 13 c/o Istituto Comprensivo Statale Manzoni  dove sono allestite le sezzioni dalla nr. 01 alla  nr. 14.  

Il sistema elettorale regionale in Lombardia fissa il numero di Consiglieri a 80 compreso il Presidente della Regione. È proclamato eletto Presidente della Regione il candidato che ottiene il maggior numero di voti validi sul territorio regionale.

Gli altri 79 consiglieri sono eletti con criterio proporzionale sulla base di liste provinciali concorrenti, con applicazione di un premio di maggioranza; un seggio è riservato al miglior perdente tra i candidati alla presidenza. Entra obbligatoriamente a far parte del Consiglio regionale almeno un rappresentante di ciascun territorio provinciale, coincidente con le circoscrizioni provinciali esistenti (Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio, Varese).

PRESIDENTE DI SEGGIO 

Per essere designati Presidenti di seggio elettorale è necessario essere iscritti in apposito albo tenuto dalla Corte d’Appello; per maggiori informazioni Albo Presidenti di Seggio 

SCRUTATORI  

Per essere designati scrutatori presso i seggi elettorali è necessario essere iscritti in apposito albo tenuto dal Comune, formulando a tal fine apposita istanza; per maggiori informazioni Albo degli scrutatori 

Tra il 25°e il 20° giorno antecedente le elezioni, la Commissione elettorale comunale provvede alla nomina degli scrutatori e all'assegnazione ai vari seggi scelti tra gli iscritti all'albo. 

Lo scrutatore di seggio è considerato, per ogni effetto di legge, pubblico ufficiale durante l'esercizio delle sue funzioni. 

Il ruolo di scrutatore è obbligatorio per le persone designate, salvo grave impedimento da comunicare all'ufficio elettorale entro le 48 ore dalla notifica della nomina o appena si verifica un evento di forza maggiore che rende impossibile adempiere all'incarico. Si ricorda che il rifiuto non giustificato è soggetto ad una sanzione amministrativa da € 206 fino a € 516. 

I lavoratori nominati componenti di seggio elettorale (Presidente e Scrutatore) hanno diritto di assentarsi dal lavoro per tutto il periodo corrispondente alla durata delle operazioni di voto e di scrutinio. L'assenza è considerata attività lavorativa a tutti gli effetti (cfr. art. 119 del T.U. 361/1957, come modificato dalla legge 53/1990, e art. 1 della legge 69/1992. Cfr. inoltre la sentenza della Corte costituzionale n. 452 del 1991). 

I compensi dei Presidenti di Seggio e degli Scrutatori sono disciplinati della legge 13 marzo 1980, n. 70 e  s.m.i salvo integrazioni e/o modifiche. 

In vista delle ELEZIONI REGIONALI che si svolgeranno il 12 e il 13 Febbraio 2023, al fine di evitare inutili disguidi e ritardi, nonché rendere il più possibile trasparente la scelta degli scrutatori, la COMMISSIONE ELETTORALE COMUNALE ha stabilito di chiedere a tutti gli iscritti all’ALBO di confermare la propria disponibilità per la prossima consultazione elettorale entro il 12 GENNAIO 2023.

Il 19 gennaio 2023 alle ore 18.00 si riunirà la Commissione Elettorale per la nomina degli scrutoatori

Gli scrutatori designati dovranno rendersi disponibili:

-Sabato 11 FEBBRAIO dalle ore 15.30 sino al completamento delle operazioni preliminari

-Domenica 12 FEBBRAIO dalle 07.00 alle 23.00

-Lunedì 13 FEBBRAIO dalle 07.00 alla fine delle operazioni di scrutini

VOTO DEGLI ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO  

Gli elettori italiani iscritti Aire possono esercitare il proprio diritto di voto esclusivamente nel Comune di iscrizione Aire. Non è prevista nessuna forma di voto all’estero. I Comuni hanno l’obbligo di spedire, entro lunedì 18 gennaio 2023, agli elettori Aire iscritti nelle liste, le cartoline – avviso con le indicazioni di voto. 

VOTO DOMICILIARE 

Gli elettori affetti da grave infermità o che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, o affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio del trasporto pubblico, che i comuni organizzano in occasione delle consultazioni elettorali, possono avvalersi del voto domiciliare. 

Per poter accedere al voto domiciliare deve essere presentata richiesta in carta libera nel periodo intercorrente tra il 3 e il 23 gennaio 2023 al Sindaco del Comune (il termine comunque non è perentorio, e le richieste possono pervenire anche in una data successiva, ma devono comunque includere tutta la documentazione prevista), allegando la certificazione sanitaria rilasciata dal funzionario dell’ASST   CON LE MODALITA' INDICATE NELL'ALLEGATO SOTTO (VOTO-DOMICIILIARE).

Il certificato, insieme a una dichiarazione in cui si attesta la volontà dell’elettore di esprimere il voto presso il proprio domicilio indicando con precisione l’indirizzo completo del domicilio stesso, dovrà essere inviato al Comune di residenza a mezzo mail all’indirizzo comunebovisiomasciago@cert.legalmail.it 

Per informazioni, telefonare ai numeri 0362.5111-1 

VOTO ASSISTITO 

Il diritto di voto assistito è la possibilità di esercitare il proprio voto con l’assistenza di un altro elettore, appartenente alla propria famiglia oppure, in mancanza, scelto come accompagnatore. 
L’accompagnatore designato può essere iscritto alle liste elettorali di un qualsiasi Comune italiano. 

Si può usufruire del voto assistito se si è: 
    • ciechi; 
    • amputati delle mani; 
    • affetti da paralisi; 
    • con altri gravi impedimenti fisici. 

Non possono usufruire del voto assistito gli elettori con handicap solo mentali, neanche se l’accompagnatore è un familiare. 

Per poter usufruire del voto assistito occorre:  

a) il certificato medico rilasciato dell’ASST CON LE MODALITA' INDICATE NELL'ALLEGATO SOTTO (VOTO-DOMICIILIARE).
b) il Comune deve apporre sulla Tessera Elettorale un timbro che da diritto di esprimere il proprio voto con un accompagnatore. A tal fine gli interessati, devono presentarsi presso l’Ufficio Elettorale del Comune di Bovisio Masciago , consegnando, oltre alla Tessera Elettorale, il certificato rilasciato dal Servizio di Medicina Legale e Igiene pubblica dichiarante che l’elettore è impossibilitato in modo permanente ad esercitare autonomamente il diritto di voto (l’impedimento deve essere riconducibile alla capacità visiva dell’elettore oppure al movimento degli arti superiori, dal momento che l’ammissione al voto assistito non è consentito per le infermità che non influiscono su tali capacità ma che riguardano la sfera psichica dell’elettore). Per gli elettori non vedenti: libretto nominativo di pensione nel quale sia indicata la categoria "ciechi civili" ed il numero attestante la cecità assoluta (numeri di codice o fascia: 06, 07, 10, 11, 15, 18, 19). 
La richiesta all’Ufficio elettorale del Comune può essere presentata direttamente dall’interessato o anche da una terza persona, anche non parente, in possesso di un documento di identità valido. L’Ufficio Elettorale applicherà sulla Tessera, nella parte interna sinistra, a fianco dello spazio per i timbri del seggio elettorale, l’apposito timbro “AVD" con la firma del funzionario incaricato.  

SERVIZIO ACCOMPAGNAMENTO  

In collaborazione con la Croce Bianca Milano Sezione Cesano Maderno sarà messo a disposizione il servizio di trasporto per i cittadini aventi problemi di deambulazione che si trovano impossibilitati a raggiungere i seggi in maniera autonoma. 
Chi ne ha bisogno può fare richiesta telefonando all’Ufficio Elettorale del Comune di Bovisio Masciago al numero 0362.5111-1 oppure a mezzo mail all’indirizzo demografici@comune.bovisiomasciago.mb.it entro Venerdì 27 Gennaio 2023  ore 12.00. 
 
Gli orari del servizio saranno definiti dall’Amministrazione in base alle richieste pervenute e saranno comunicati ai diretti interessati. 

PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE E APERTURE STRAORDINARIE UFFICIO ELETTORALE 

Nei giorni di venerdì 13 (dalle ore 08.00 alle 20.00) e sabato 14 gennaio 2023 (dalle ore 08.00 alle 12.00) si svolge la presentazione delle liste circoscrizionali / provinciali dei candidati al Consiglio Regionale e dei candidati a Presidente della Regione rispettivamente all’Ufficio centrale circoscrizionale e all’ufficio centrale regionale. 

A questo link il manuale di istruzioni per la presentazione delle candidature

Da martedì 10 a sabato 14 gennaio 2023, allo scopo di garantire il rilascio (massimo entro 24 h dalla richiesta) delle certificazioni inerenti la presentazione delle liste, l’Ufficio Elettorale osserverà i seguenti orari:  

martedì 10: 08.30-17.30
mercoledì 11: 08.30-17.30
giovedì 12: 08.30- 18.00
venerdì 13: 08.00-20.00
sabato 14: 08.00-12.00

       
nei giorni di venerdì pomeriggio e sabato si prega di non contattare l'Ufficio a mezzo posta elettronica certificata, ma a mezzo mail all’indirizzo demografici@comune.bovisiomasciago.mb.it 

LA PROPAGANDA ELETTORALE 

La propaganda elettorale è regolata dalla legge n.212/1956 (propaganda mediante affissione), e dalla legge n.28/2000 (propaganda tramite mezzi d’informazione).  
Per propaganda mediante affissione si intendono i mezzi di propaganda elettorale effettuata tramite manifesti, avvisi, fotografie, di qualunque materia costituiti, che siano intesi, direttamente o indirettamente, ad influire sulla scelta degli elettori. 
La propaganda elettorale fissa tramite manifesti è consentita unicamente negli appositi spazi individuati  dalla Giunta Comunale, ai sensi degli artt. 2 e 3 della legge n. 212/1956, tra il 33° e il 31° giorno precedente quello della votazione  (Giovedì 12 Gennaio 2023) 
Per le elezioni regionali viene assegnato uno spazio a ciascuna lista provinciale ammessa alla competizione elettorale nell’ordine derivante dal sorteggio effettuato dai competenti organi. 

INIZIO DELLA PROPAGANDA ELETTORALE, RIUNIONI ELETTORALI E DIVIETO DI ALCUNE FORME DI PROPAGANDA 

Da venerdì 13 gennaio 2023, ai sensi dell’art. 6 della legge n. 212/1956, sono vietati il lancio o getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico è consentita la sola  distribuzione individuale di volantini; ogni forma di propaganda elettorale luminosa o figurativa, a carattere fisso in luogo pubblico, escluse le insegne delle sedi dei partiti; ogni forma di propaganda luminosa mobile.  

Le sedi dei candidati e dei comitati elettorali sostenitori dei partiti o gruppi politici presenti nella campagna elettorale, sono equiparate alle sedi dei partiti. E’ consentito affiggere manifesti di propaganda elettorale ma solo all’interno di tali sedi (convenzionalmente si intendono ammessi i manifesti esposti internamente ad una distanza dalla vetrina non inferiore ad 1metro) 

E’ vietata l’affissione di qualsiasi materiale di propaganda elettorale negli spazi destinati dai Comuni alle normali affissioni. 
Dal medesimo giorno, ai sensi dell’art. 7, primo comma, della legge 24 aprile 1975, n. 130, possono tenersi riunioni elettorali senza l’obbligo di preavviso al Questore.  

Propaganda elettorale fonica su mezzi mobili 

Nel periodo di campagna elettorale, e quindi da venerdì 13 gennaio, l’uso di altoparlanti su mezzi mobili è consentito solo nei termini e nei limiti di cui all’art. 7, secondo comma, della legge n. 130/1975 citata. Inoltre, ai sensi dell’art. 59, comma 4, del d.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 (Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada), come modificato dall’art. 49 del d.P.R. 16 settembre 1996, n. 610, la propaganda elettorale mediante altoparlante installato su mezzi mobili è subordinata alla preventiva autorizzazione del Sindaco o, nel caso in cui si svolga sul territorio di più comuni, del Prefetto della provincia in cui ricadono i comuni stessi.  

Gazebo  

L’utilizzazione di strutture fisse (c.d. gazebo) a fini di propaganda elettorale è consentita negli spazi e secondo le modalità individuate dalla Giunta Comunale ai fini di garantire la par condicio nonché, per un più agevole esercizio di forme di propaganda consentite dalla legge, quali, ad esempio, la distribuzione di volantini o altro materiale di propaganda nonché, l’assegnazione degli spazi pubblici 

Diffusione di sondaggi demoscopici  

In occasione di qualsiasi consultazione elettorale o referendaria, nei 15 giorni precedenti la data di votazione, ai sensi dell’art. 8, comma 1, della legge 22 febbraio 2000, n. 28, e quindi a partire da sabato 28 gennaio 2023, sino alla chiusura delle operazioni di voto, è vietato rendere pubblici o comunque diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito della consultazione popolare e sugli orientamenti politici e di voto degli elettori, anche se tali sondaggi siano stati effettuati in un periodo antecedente a quello del divieto.  

Inizio del divieto di propaganda  

In occasione di qualsiasi consultazione elettorale o referendaria, ai sensi dell’art. 9, primo comma, della legge n. 212/1956 citata, nel giorno precedente e in quello della votazione, e quindi da sabato 11 a lunedì 13 febbraio 2023, sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, le nuove affissioni di stampati, giornali murali e manifesti.