Immagine non trovata
"Siamo abbastanza soddisfatti per quanto siamo riusciti a fare con i buoni spesa, soddisfacendo 215 richieste di aiuto pervenute, che coinvolgono 624 nostri concittadini che in questo periodo stanno attraversando un momento difficile e non riescono a far fronte alle spese di prima necessità, faticano a dar da mangiare ai loro bambini e ai loro familiari”. Simone Carcano, assessore con delega alle Politiche sociali, commenta il lavoro fatto in occasione dell’erogazione del Buono Spesa.

Un’attività che in pochi giorni ha coinvolto tutta la struttura comunale a vari livelli e in modo trasversale tra i diversi settori e che, in tempi rapidissimi, ha permesso di dare un sostegno concreto alle famiglie che si trovano in una situazione di disagio economico.

“Dico che sono abbastanza soddisfatto – commenta l’assessore - perché avremmo voluto poter fare di più, ma i fondi a disposizione si sono esauriti molto velocemente, segnale di un bisogno emergente davvero notevole, che sarà all'attenzione dell'amministrazione comunale anche per i prossimi mesi”.

In totale sono state 322 le domande ricevute dagli uffici: 179 quelle considerate prioritarie (ovvero relative a persone che non beneficiano al momento di altre forme di sostegno) per un importo di 70.350 euro, 36 quelle non prioritarie per 12.800 euro.

“Desidero ringraziare davvero di cuore la Caritas della Comunità Pastorale Beato Luigi Monti e l'associazione Adra della Chiesa avventista del Settimo giorno – conclude Carcano -, per la loro presenza attiva di carità e sostegno alle persone in difficoltà in questo delicato momento storico. L'amministrazione ha voluto destinare una parte del Fondo di Solidarietà anche a queste due associazioni del territorio".

Ultimo aggiornamento

Lunedi 27 Luglio 2020