Immagine non trovata
"In una situazione mai vissuta prima d'ora sono tante le necessità che siamo costretti ad affrontare sia dal punto di vista strettamente sanitario sia per la quotidianità dei cittadini. Da molti, per una cosa o per l'altra, ricevo tante sollecitazioni. Sarebbe bello accontentare tutti, ma bisogna anche fare delle scelte". Il sindaco Giovanni Sartori, con il fine settimana, torna a dare aggiornamenti su quanto si sta facendo durante questo periodo di Coronavirus.

1) Le mascherine. "Una novità anche per noi - commenta il sindaco -, la Regione Lombardia ne ha messe a disposizione altre. La volta scorsa abbiamo deciso di darle agli over 65 e ne approfitto per un chiarimento: siamo ben consapevoli che tutti possiamo essere attaccati dal virus. Ma sappiamo anche che gli over 65 sono i più esposti al rischio di conseguenze tragiche. Lo dimostrano anche i dati bovisiani. Insieme agli over 65avevamo pensato anche ai medici e alle persone che ci hanno segnalato. Con la nuova fornitura, invece, la scelta è stata quella di portare le mascherine a tutte le persone tra i 60 e i 64 anni, a tutte le famiglie che hanno bambini fino ai 3 anni, a tutte le persone disabili. Un grazie, di nuovo, alla Protezione civile che tra ieri e oggi si sta facendo carico della distribuzione".

2) Piattaforma ecologica. "Tanti i cittadini - dichiara Sartori - che con la primavera, ed essendo in casa più di prima, si sono messi giustamente a tagliare il prato e a fare giardinaggio. Senza poter portare gli scarti alla piattaforma ecologica. Qualcuno mi ha riferito cosa accade in Comuni vicini, ma onestamente la cosa non mi riguarda: ai sindaci, nell'incontro con il Prefetto, è stato detto ripetutamente di tenere chiuse le piattaforme. Ora è arrivato il via libera solo per quanto riguarda il conferimento del verde: i cittadini bovisiani possono telefonare allo 0362/511.243 il martedì e il venerdì tra le 9 e le 12 per fissare l'appuntamento, poi devono recarsi in via Brughetti nel momento concordato con tanto di tessera sanitaria, guanti e mascherina. La piattaforma, così come richiesto dal Prefetto, continuerà a rimanere chiusa per le altre tipologie di rifiuto".

3) Casa dell'Acqua. "Non le abbiamo chiuse noi - spiega il primo cittadino -, ora alcuni cittadini chiedono a noi di riaprirle. Il Prefetto continua a ripeterci che i cittadini devono rimanere in casa, a meno che si tratti di lavoro, salute, comprovata necessità. L'acqua, nel periodo di emergenza, possiamo prenderla facendo la spesa. O anche dal rubinetto, visto che rispetta tutti i parametri ed è soggetta a un doppio controllo continuo. Torneremo ad aprire la casa dell'acqua quando le autorità fisseranno nuove regole per gli spostamenti".

4) I numeri delle persone positive. "A oggi - afferma Sartori - siamo arrivati a 40 casi, di cui 8 a domicilio. Purtroppo nell'elenco abbiamo anche sei vittime ma, novità di queste ore, c'è anche la terza persona dimessa. In sorveglianza attiva, invece, 31 persone. A tutte le persone coinvolte e alle loro famiglie il mio personale abbraccio".

5) La solidarietà. "Il giorno di Pasqua - conclude il sindaco - abbiamo pubblicato gli estremi del conto corrente per permettere a chiunque di dare un sostegno concreto a favore della collettività durante l'emergenza. Vi terrò informati sull'utilizzo di questi soldi con la massima trasparenza. Se servono gli estremi: IBAN IT28 Z030 6932 6001 0000 0046007. La causale: "Donazione emergenza Covid19". E un grazie a chi ha già dato il suo contributo e a chi vorrà farlo nei prossimi giorni".

Ultimo aggiornamento

Lunedi 27 Luglio 2020