Immagine non trovata
Vent’anni di attività e una presenza sempre costante sul territorio cittadino. Il Gruppo comunale dei volontari di Protezione civile – composto da 25 persone – tira le somme riguardo all’attività svolta nel corso del 2019. Un’annata tutto sommato tranquilla, senza grandi emergenze da fronteggiare, ma che comunque ha visto i nostri volontari impegnati in diversi progetti a tutto campo. Tra questi non solo interventi sul territorio, ma anche attività di prevenzione o attività ludico formative per avvicinare sempre di più la cittadinanza al tema della sicurezza partendo dai bambini.

Tra le attività “pubbliche” la lezione sulla movimentazione dei carichi in situazione di emergenza e la storia idrologica del paese con l’Associazione Anziani; la lezione di auto protezione per i ragazzi del Laboratori Arti Visive e l’Associazione Genitori Ragazzi Disabili; la “Geocamminata” in collaborazione con il Gruppo di Cammino in occasione della campagna nazionale “Io non rischio” del Dipartimento nazionale di Protezione civile.

Tradotto in numeri il bilancio corrisponde a 5.274 ore di attività nell’anno, con circa 210 ore messe a disposizione della collettività a ogni singolo volontario. Un dato che piace a tutti è quello sulla “tipologia” di attività svolta: per il 90 per cento dei casi si tratta di servizio ordinario, mentre le emergenze costituiscono soltanto il 7 per cento del tempo speso sul territorio nel 2019: nell’anno solare i volontari sono stati attivati in emergenza 28 volte.

“Ringrazio la Protezione civile – afferma il sindaco Giovanni Sartori – anche a nome della collettività. Volontari che, con passione, si mettono a disposizione per garantire la nostra tranquillità ogni giorno. Non abbiamo vissuto veri momenti di emergenza e di difficoltà, la nostra Protezione civile era comunque al lavoro per la prevenzione: per il gelo, per eliminare situazioni di pericolosità dovute al vento. Anche per formare cittadini. Anche quando non li vediamo, loro sono al lavoro. Presenza silenziosa, fondamentale, merita la nostra gratitudine”.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 26 Ottobre 2020