Immagine non trovata
Oggi 25 novembre è la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Oggi sui quotidiani leggiamo dati allarmanti:
3,5 milioni sono le donne che hanno subito stalking da un qualsiasi autore, di cui 1 milione e mezzo ha subito atti persecutori più volte e 991 mila nelle forme più gravi;
21,1 % - 2,3 milioni sono le donne tra i 16 e 70 anni vittime di persecuzioni da parte di ex partner;
23-24 anni è la fascia di età più frequente nelle donne vittime di stalking;
78% sono le donne che non denunciano casi di stalking né si rivolgono ai centri antiviolenza specializzati o avvocati;
117 sono i femminicidi in Italia nel 2016 secondo le statistiche Eures, l’ultimo qualche giorno fa a pochi km da noi, a Seveso.
Nel 2015 sono state raccolte 292 segnalazioni dal centro antiviolenza C.A.DO.M. di Monza; 61 donne hanno dovuto recarsi al Pronto Soccorso degli ospedali Brianzoli, ferite e malmenate per ricevere cure, denunciando poi gli abusi e le violenze subite.

L'Assessore alle Politiche Sociali e Pari Opportunità Barbara Colombo: "Questi dati lasciano aperti molti interrogativi, perché se da una parte in Brianza abbiamo dei servizi idonei in grado di rispondere alle richieste di aiuto, dall’altra i dati raccolti mostrano quanto il problema sia serio e quanto possa toccare proprio tutti. Inevitabilmente dobbiamo domandarci come poter spingere tutte le donne che non denunciano a cambiare idea prima che sia troppo tardi, a salvare la propria vita e quella dei propri figli.
È necessario potenziare le azioni, l’informazione, la prevenzione, è importante far sapere a tutte le donne che non sono sole, che una vita senza violenza e dolore è possibile e che il primo passo è chiedere aiuto. I centri antiviolenza della Lombardia sono gratuiti e sono a disposizione per accogliere, consigliare, tutelare e proteggere."


È necessario far sapere al più alto numero di persone che qui vicino, in tutta la Lombardia, esiste una rete di servizi per accogliere, proteggere e accompagnare le donne durante tutti i passi necessari per uscire da una situazione di violenza e ritrovare la propria autonomia. Una relazione con un uomo violento può creare traumi a livello emotivo, relazionare, psicologico fino a mettere in pericolo la vita stessa.
Non bisogna mai chiudere gli occhi o voltarsi dall’altra parte. Più che mai deve essere chiaro e forte il messaggio “Non sei da sola”.  

Ricordiamo i numeri di telefono a cui rivolgersi:
  • 1522 - il numero nazionale di pubblica utilità Antiviolenza e stalking – attivo tutti i giorni 24h su 24.
  • 039 2384383 – il numero di Telefono Donna attivo tutti i giorni 24h su 24h
Per ricevere aiuto e trovare il centro antiviolenza più vicino: www.nonseidasola.regione.lombardia.it
I centri antiviolenza della Provincia di Monza e della Brianza:  
In allegato pubblichiamo il volantino con le informazioni sui centri antiviolenza.

 

Ultimo aggiornamento

Lunedi 13 Luglio 2020