Immagine non trovata

L’apertura della nuova  scuola primaria di via Don Mariani è stata una priorità dell’Amministrazione comunale nonostante le difficoltà legate ai ritardi accumulati dall’impresa costruttrice e alla sospensione dell’attività nel periodo del lockdown. 

L’impresa costruttrice a fronte di un avvio del procedimento per risoluzione del contratto avviato nei mesi prima dell’emergenza Covid, si è impegnata a terminare i lavori per settembre 2020 e ad accollarsi una serie di opere migliorative. Proprio l’emergenza Covid ha fatto propendere l’Amministrazione comunale e gli uffici verso una soluzione di continuità che garantisse l’apertura della scuola nel più breve tempo possibile a fronte di un “cambio di passo” che, oggettivamente, si è percepito negli ultimi mesi.

In accordo con la dirigente scolastica negli ultimi mesi, in via cautelativa, abbiamo valutato e predisposto anche soluzioni alternative per garantire in ogni caso l’apertura del nuovo anno scolastico per tutte le classi dell’istituto comprensivo, garantendo il rispetto delle regole sul distanziamento sociale  legate all’emergenza Covid.

Tra le soluzioni analizzate, sempre in accordo con l’organizzazione scolastica, ad oggi appare fattibile e preferibile una “presa in consegna parziale” del nuovo plesso scolastico. In questi ultimi  giorni sono in corso di definizione le ultime opere e  le procedure di collaudi parziali per garantire un utilizzo del plesso, seppur in modo parziale, in condizioni di sicurezza. 

Saranno consegnate le 13 aule didattiche, gli spazi comuni, la mensa e i laboratori. Rimarranno da terminare nelle prossime settimane la palestra, la biblioteca, la sala polivalente e alcuni spazi esterni.
Da settembre inizieranno l’anno scolastico nel nuovo plesso alcune classi già formate negli anni scorsi in prospettiva dell’apertura della nuova scuola sulla base  principalmente di criteri territoriali. 

Per migliorare l’accesso ai bambini e ai ragazzi della scuola primaria e secondaria legate all’emergenza Covid su richiesta della dirigenza scolastica saranno messe in atto alcune modifiche sperimentali della viabilità nelle zone prossime agli ingressi scolastici. Saranno istituite due isole pedonali protette in corrispondenza degli ingressi scolastici per garantire una zona “filtro” per rendere più funzionale e sicuro il meccanismo degli ingressi ad orari differenziati resi obbligatori dall’emergenza Covid. 

“Sono davvero felice di essere arrivato alla conclusione – afferma il sindaco Giovanni Sartori -. Abbiamo trovato una situazione non facile, ma ci siamo assunti le nostre responsabilità nell’interesse della collettività. Un doveroso grazie al personale del Comune, che quotidianamente ha seguito il problema scuola ragionando non solo sulla conclusione del cantiere ma anche su soluzioni alternative. Mi riferisco in particolare all’architetto Riccardo Padovani (responsabile dell’Ufficio Tecnico) e alla dottoressa Pina Di Rago, dirigente del settore Socio educativo culturale. Un grazie alla dirigenza scolastica, che ha sempre mostrato vicinanza al problema e spirito di collaborazione. E, naturalmente, un ringraziamento più che dovuto agli assessori Danilo Castellini e Simone Carcano che, per quanto di competenza, parte tecnica e parte educativa, hanno lavorato con costanza e competenza per portare a casa un risultato tutt’altro che scontato”.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 04 Settembre 2020