Suggerimenti costruttivi per il nuovo Piano di Governo del Territorio

Data:
22 Febbraio 2021
Immagine non trovata

SUGGERIMENTI COSTRUTTIVI PER IL NUOVO PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

​La legge regionale prevede che prima del conferimento dell'incarico di redazione degli atti del PGT, il comune pubblica avviso di avvio del procedimento, stabilendo il termine entro il quale chiunque abbia interesse, anche a tutela degli interessi "diffusi"può presentare suggerimenti e proposte. 

Al di là dell'obbligo normativo è interesse di questa Amministrazione considerato il momento storico particolare, utilizzare tale fase per stimolare suggerimenti e proposte orientate al conseguimento degli obbiettivi ambiziosi che ci siamo posti.

Per tale motivo abbiamo predisposto una modulistica che facilita tali segnalazioni, ma che al tempo stesso orienti i cittadini, le imprese, gli Enti e le Associazioni a indicare quali degli obbiettivi elencati nella delibera numero 132 del 3 dicembre di avvio del procedimento si intende perseguire. 

In quest'ottica intendiamo superare il "semplice" adempimento burocratico e sfruttare tale fase come primo elemento di confronto e collaborazione pubblico privato per costruire un nuovo strumento di Governo del territorio attento alle esigenze del territorio, ma anche "concreto" e attuabile. 

Abbiamo inoltre indicato il termine del 31 marzo per facilitare la più ampia partecipazione possibile. 

E' opportuno, ovviamente, che tutti i suggerimenti migliorativi siano coerenti con gli obiettivi individuati dalla Giunta comunale nella delibera numero 132 del 3 dicembre, atto ufficiale per dare avvio al procedimento relativo alla redazione della variante generale al PGT. 

Questi sono ben definiti e sintetizzati in alcuni punti:
- riduzione del consumo di suolo;
- elaborazione del Bes (bilancio ecologico del suolo);
- recepimento dei contenuti delle pianificazioni delle altre istituzioni, ovvero il Ptcp (Piano territoriale di coordinamento provinciale) e Ptr (Piano territoriale regionale);
- ridefinizione delle norme tecniche di attuazione del Documento di Piano, Piano delle Regole e Piano dei Servizi;
- revisione della disciplina sulla perequazione sia dei volumi che delle dotazioni territoriali extra comparto attuativo con l’obbiettivo di rendere più semplice l’attuazione e “aggiornare” le priorità e gli obbiettivi delle acquisizioni pubbliche;
- adeguamento e aggiornamento del contenuto della cartografia del Pgt vigente;
- reiterazione dei vincoli e definizione funzionale delle aree destinate a servizi vigenti anche attraverso forme di partenariato pubblico-privato. In particolare andrà individuato un polo socio culturale che ruoti attorno al ruolo della biblioteca che possa rispondere e sviluppare l’offerta di spazi e opportunità per i bambini e per gli adolescenti;
- individuazione delle aree e degli insediamenti non utilizzati o sottoutilizzati nell’ambito delle indicazioni della Regione Lombardia in materia di rigenerazione urbana;
- agevolazione degli interventi di riqualificazione e recupero del centro storico di cui all’Ambito A1;
- individuazione di nuovi criteri per la disciplina degli usi temporanei;
- recepimento e attuazione del Piano di Gestione dei Rischi di Alluvione (PGRA 2021 – 2027);
- introduzione nello strumento urbanistico dei temi della mitigazione e dell’adattamento nel settore pubblico e privato;
- recepimento e integrazione del quadro normativo inerente all’Invarianza idraulica;
- aggiornamento e integrazione della componente geologica, idrogeologica e sismica del Pgt con particolare riferimento al recepimento degli studi effettuati ("Reticolo idrico minore", "Documento di Valutazione di dettaglio delle condizioni di pericolosità e rischio locali ai sensi della Dgr N. X/6738 del 19/06/2017");
- definizione di nuovi criteri per la disciplina degli usi impropri e politiche attive nelle aree agricole coordinate con gli obiettivi del Parco GruBria e del Parco delle Groane;
- coordinamento e attuazioni per la parte urbanistica con il progetto “La Brianza Cambia Clima;
- incentivazione della mobilità ciclopedonale;
- incentivazione delle politiche di attuazione finalizzate all'attuazione del programma di mandato: rilancio dell’area del centro di Protezione Civile, riqualificazione e potenziamento del centro sportivo di via Europa, riqualificazione energetica del patrimonio pubblico;
- adeguamento del Regolamento Edilizio allo schema tipo regionale (RET) (Regolamento Edilizio Tipo) con particolare attenzione alle “definizioni tecniche uniformi” e semplificazione dei Regolamenti comunali di settore.

Tutte le istanze dovranno essere trasmesse utilizzando il modello già definito, che potete reperire qui allegato contestualmente alla delibera di Giunta comunale. 

Ultimo aggiornamento

Lunedi 22 Febbraio 2021